\\ Home Page : Articolo : Stampa
L'11 SETTEMBRE UN ALTRO INCENDIO DEL REICHSTAG
Di comidad (del 25/11/2010 @ 01:35:03, in Commenti Flash, linkato 1733 volte)
C'è un'involontaria ironia nella recentissima notizia secondo cui il palazzo del parlamento tedesco a Berlino, il Reichstag, è stato parzialmente chiuso al pubblico a causa della presunta minaccia di un attentato da parte della fantomatica Al Qaeda. L'incendio del Reichstag, avvenuto il 27 febbraio del 1933, fu attribuito falsamente ai comunisti, ma costituì in effetti un auto-attentato dei nazisti, grazie al quale Hitler potè trovare il pretesto per instaturare la sua dittatura. Anche se nella Storia vi erano stati altri precedenti di auto-attentati, l'incendio del Reichstag ha finito per rappresentare un prototipo e un modello dell'auto-attentato/colpo di Stato.
Così, in occasione degli attentati dell'11 settembre 2001, non fu necessario aspettare le prove scientifiche che mettevano in dubbio la versione ufficiale, poiché saltò immediatamente agli occhi l'analogia con l'incendio del Reichstag. Anche il presidente USA, Bush, usò il suo incendio del Reichstag per attuare un colpo di Stato, cioè un commissariamento del Congresso, che fu costretto a votargli a scatola chiusa non solo leggi che ledevano i diritti degli indagati, ma soprattutto delle leggi di spesa, che costituirono il più gigantesco saccheggio di denaro pubblico della storia statunitense, a favore della cosca affaristica legata al terzetto Bush-Cheney-Rumsfeld.