"
"Il Congresso nega nel principio il diritto legislativo" "In nessun caso la maggioranza di qualsiasi Congresso potrà imporre le sue decisioni alla minoranza"

Congresso Antiautoritario Internazionale di Saint Imier, 1872
"
 
\\ Home Page : Archivio : Commenti Flash (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.

Di comidad (del 06/10/2014 @ 00:57:55, in Commenti Flash, linkato 1753 volte)
La narrazione fiabesca passa ormai senza nessuna difficoltà nella comunicazione ufficiale. Le "Fiabe del Califfato" soppiantano "Le Mille e Una Notte".
I primi bombardamenti alle presunte "postazioni dell'ISIS" da parte dei francesi (svariate tonnellate di bombe) sono stati preceduti da discorsi del presidente alla nazione molto commoventi: la Francia avrebbe difeso con ogni mezzo la sua integrità territoriale, le sue istituzioni nazionali, la sua libertà, la sua gastronomia.
In effetti tre persone erano state arrestate a Marsiglia, si dice che fossero jihadisti, e pare volessero penetrare nel territorio francese. D'altra parte la popolarità di Hollande è in caduta libera, il libro pubblicato dalla sua ex compagna ha venduto milioni di copie e lo fa una merda (non che ci volesse molto); il lungo sciopero di Air France stava davvero mettendo in difficoltà la compagnia, quindi un bel bombardamento distrae e rinfocola lo spirito nazionale. La destra francese ("Le Figaro") cerca di incarognirsi (e ci riesce senza sforzo), rimproverando a Hollande di essere troppo tenero con i musulmani francesi: bisogna espellere subito anche i minorenni, se sospetti...
Su "l'Espresso" del 18 settembre, un'inchiesta a tutto campo per delineare, con dettagli di ammirevole precisione, l'inarrestabile avanzata del Califfato: dal Marocco all'India, dall'Egitto al Pakistan, dalla Siria all'Iraq. Il reportage è sconvolgente e, oltre alla solita conta dei militanti in partenza (ma chi li conta? perché non vengono fermati?), ecco come viene farcito l'articolo:
* in Indonesia, il paese musulmano più popolato (250 milioni di abitanti), sembra siano stati trovati dei volantini...........!!
* in Algeria i servizi segreti sono certi: ci avvertono che ormai i vertici delle principali formazioni jihadiste parteggiano apertamente per il califfo, perciò si potrebbe anche ipotizzare una partecipazione diretta, continua e strutturata...!
* in Pakistan pare siano stati distribuiti degli opuscoli con una bandiera che sembrerebbe quella dell’Isis...
* in Marocco sono state arrestate due ragazze che volevano andare in ... Turchia! Dato che in Turchia non c'è niente da fare, è chiaro che ci andavano per unirsi all'Isis.
* in Tunisia sembra sia stato ritrovato il computer di uno studente... Nel computer pare ci fossero 146 gigabyte di file nascosti, con quelli che forse potrebbero essere manuali di fabbricazione di bombe e ordigni biologici....
 
Di comidad (del 28/06/2014 @ 10:48:52, in Commenti Flash, linkato 1407 volte)
Di solito, al delirio di onnipotenza degli affaristi corrisponde un delirio di servilismo da parte di una certa stampa. La stampa cosiddetta di "sinistra" appare la più solerte nell'alimentare il senso di sudditanza psicologica nei confronti dell'affarismo.
Il settimanale "l’Espresso" conferma questa tendenza, e in un articolo di questo mese ci propone un’inchiesta su quello che viene considerato il più grande fondo di investimento globale: il mitico Blackrock. Il settimanale definisce i padroni del fondo semplicemente: “i padroni del mondo”, “i panzer della finanza globale”.
La giornalista de "l’Espresso" continua con un crescendo di entusiasmo, infatti gli undicimila dipendenti: “invidiatissimi nella tribù finanziaria, sono assai ricercati anche da chi è in caccia di un buon partito da sposare”.
Apprendiamo inoltre che a guidare Blackrock è Larry Fink, ”uno dei consiglieri più ascoltati da Obama”. Ora, come ci spiega autorevolmente anche il film “The Wolf of Wall Street” - nel quale ad una patina di finta critica corrisponde una sostanziale apologia del crimine finanziario -, per arrivare a certe posizioni, non basta essere solo un farabutto cocainomane; ci vuole una preparazione adeguata. E Larry Fink infatti ha cominciato con un Master in Business Administration dell’University of California.
Naturalmente tutti vorrebbero entrare a far parte della élite di dipendenti della Blackrock, ma Fink, insieme con l’attuale presidente Kapito “plurimedagliato in quanto a prestigio universitario, avendo frequentato Harvard e Wharton”, ha strutturato, sempre secondo "l’Espresso", una serie di colloqui d’accesso raffinati e difficilissimi (ogni anno la società Glassdoor stila una classifica delle venticinque società americane con i colloqui più difficili da superare: nel 2013 Blackrock si è piazzata al diciassettesimo posto). Grazie a "l’Espresso" ci sono state rivelate alcune delle terribili domande rivolte ai candidati:
“Come investiresti un miliardo di dollari?”, e soprattutto: “Quanti diamanti da un carato servono per riempire questa stanza?”.
Anni fa, Raffaella Carrà proponeva una serie di quiz che hanno fatto la storia della TV demenziale, ad esempio: quanti fagioli ci sono in questo boccale? Ventimila…di più, di più... ecc. Per concepirli avrà frequentato Harvard o Wharton? O forse ci ha insegnato?
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Aforismi (2)
Bollettino (7)
Commentario 2005 (25)
Commentario 2006 (52)
Commentario 2007 (53)
Commentario 2008 (53)
Commentario 2009 (53)
Commentario 2010 (52)
Commentario 2011 (52)
Commentario 2012 (52)
Commentario 2013 (53)
Commentario 2014 (54)
Commentario 2015 (52)
Commentario 2016 (52)
Commentario 2017 (52)
Commentario 2018 (52)
Commentario 2019 (38)
Commenti Flash (61)
Documenti (44)
Falso Movimento (3)
Fenętre Francophone (6)
Finestra anglofona (1)
In evidenza (8)
Links (1)
Storia (7)
Testi di riferimento (9)



Titolo
Icone (13)


Titolo
FEDERALISTI ANARCHICI:
il gruppo ed il relativo bollettino di collegamento nazionale si é formato a Napoli nel 1978, nell'ambito di una esperienza anarco-sindacalista.
Successivamente si é evoluto nel senso di gruppo di discussione in una linea di demistificazione ideologica.
Aderisce alla Federazione Anarchica Italiana dal 1984.


22/09/2019 @ 07:38:14
script eseguito in 46 ms