"
"Le decisioni del Congresso Generale saranno obbligatorie solo per le federazioni che le accettano."

Congresso Antiautoritario Internazionale di Ginevra, 1873
"
 
\\ Home Page : Archivio : Commenti Flash (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.

Di comidad (del 11/11/2010 @ 01:01:10, in Commenti Flash, linkato 1219 volte)
Il premio nobel per la pace Barack Obama non si era dimenticato, nel suo discorso per l’attribuzione del premio, di dichiararsi simbolicamente sotto la protezione del Mahatma Gandhi. Eccolo in questi giorni in pellegrinaggio proprio nella terra del suo mentore, del quale si è recato subito a visitare la tomba. Eppure qualcuno ha avanzato il sospetto che non siano i princìpi gandhiani di resistenza coraggiosa contro l’oppressione, di determinazione attiva contro il colonialismo, di satyagraha, di incessante dedizione ai poveri ed agli emarginati, ad aver attirato il presidente degli USA.
Sarebbe invece, secondo voci malevole, un lucroso accordo commerciale di dieci miliardi di dollari con il governo indiano; di questi, ben cinque miliardi di dollari costituirebbero una colossale vendita di armi al governo indiano; si tratterebbe della sesta più grande vendita di armi da guerra nella storia degli Stati Uniti. Il governo americano darebbe così una mano soccorrevole al governo indiano, che è attualmente impegnato in una guerra di massacro contro il Kashmir, uno stato dell’India centrale, già devastato dalla povertà e dalla disperazione, ad un tale livello da rendere il suicidio tra i poveri endemico. Obama ha persino promesso di sostenere la candidatura dell’India per un posto fisso al consiglio di sicurezza ONU. Cinque miliardi di dollari non sono pochi in un periodo di difficoltà economiche. Se Obama sarà rieletto nel 2012, sarà perché le cosche militaristiche ed affaristiche che lo finanziano avranno giudicato sufficientemente redditizio mantenerlo lì.
 
Di comidad (del 25/11/2010 @ 01:35:03, in Commenti Flash, linkato 1766 volte)
C'è un'involontaria ironia nella recentissima notizia secondo cui il palazzo del parlamento tedesco a Berlino, il Reichstag, è stato parzialmente chiuso al pubblico a causa della presunta minaccia di un attentato da parte della fantomatica Al Qaeda. L'incendio del Reichstag, avvenuto il 27 febbraio del 1933, fu attribuito falsamente ai comunisti, ma costituì in effetti un auto-attentato dei nazisti, grazie al quale Hitler potè trovare il pretesto per instaturare la sua dittatura. Anche se nella Storia vi erano stati altri precedenti di auto-attentati, l'incendio del Reichstag ha finito per rappresentare un prototipo e un modello dell'auto-attentato/colpo di Stato.
Così, in occasione degli attentati dell'11 settembre 2001, non fu necessario aspettare le prove scientifiche che mettevano in dubbio la versione ufficiale, poiché saltò immediatamente agli occhi l'analogia con l'incendio del Reichstag. Anche il presidente USA, Bush, usò il suo incendio del Reichstag per attuare un colpo di Stato, cioè un commissariamento del Congresso, che fu costretto a votargli a scatola chiusa non solo leggi che ledevano i diritti degli indagati, ma soprattutto delle leggi di spesa, che costituirono il più gigantesco saccheggio di denaro pubblico della storia statunitense, a favore della cosca affaristica legata al terzetto Bush-Cheney-Rumsfeld.
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Aforismi (2)
Bollettino (7)
Commentario 2005 (25)
Commentario 2006 (52)
Commentario 2007 (53)
Commentario 2008 (53)
Commentario 2009 (53)
Commentario 2010 (52)
Commentario 2011 (52)
Commentario 2012 (52)
Commentario 2013 (53)
Commentario 2014 (54)
Commentario 2015 (52)
Commentario 2016 (52)
Commentario 2017 (52)
Commentario 2018 (52)
Commentario 2019 (52)
Commentario 2020 (22)
Commenti Flash (61)
Documenti (45)
Falso Movimento (6)
Fenętre Francophone (6)
Finestra anglofona (1)
In evidenza (12)
Links (1)
Storia (7)
Testi di riferimento (9)



Titolo
Icone (13)


Titolo
FEDERALISTI ANARCHICI:
il gruppo ed il relativo bollettino di collegamento nazionale si é formato a Napoli nel 1978, nell'ambito di una esperienza anarco-sindacalista.
Successivamente si é evoluto nel senso di gruppo di discussione in una linea di demistificazione ideologica.
Aderisce alla Federazione Anarchica Italiana dal 1984.


26/05/2020 @ 21:23:53
script eseguito in 40 ms